Dimensione del carattere 

Domenica 8 dicembre 2019

Piercarlo Fabbio Sindaco di Alessandria

   
   

   

Ricerca avanzata

23/11/2012

Guida sicura... ci rivediamo a Filippi

Partita a 1,2 milioni, ora ne costa 6, ma non verrà forse mai realizzata, nonostante i danari spesi. Il PDL interroga

   

Guida sicura... ci rivediamo a Filippi

Il gruppo consiliare del PDL in Provincia, ha presentato un’interrogazione con richiesta di risposta scritta, al Presidente della Provincia per conoscere quale sarà il destino di uno dei più ambiziosi progetti della sua amministrazione: la pista di guida sicura da collocarsi nel territorio del Comune di Frugarolo.
“Siamo arrivati alla determinazione di avere qualche certezza in più rispetto alle notizie di stampa e alla lettura delle deliberazioni. L’impianto – ricorda il capogruppo Piercarlo Fabbioè partito con un costo previsto di 1,2 milioni di euro ed in pochi anni, senza peraltro essere realizzato, già i costi lievitavano a 6 milioni. Anche la Regione Piemonte finanziava l’opera con oltre 600 mila euro, ma ora la Provincia è costretta a ritornarli al mittente in quanto non è stata capace neppure di iniziare l’opera. Ci dicano gli amministratori se intendono far decadere l’iniziativa, che comunque è già costata oltre 100.000 euro di progettazione. Un clamoroso caso di spreco di denaro pubblico”.
Ecco il testo integrale della interrogazione.

 

Interrogazione
(ai sensi dell'art. 28 del Regolamento del Consiglio Provinciale)
Con richiesta di risposta scritta

Durante l'adunanza del 13 aprile 2006, la Giunta provinciale adottava il progetto preliminare "Scuola superiore per la mobilità sicura", ai sensi del Programma annuale di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale - D.G.R. Piemonte N. 40 del 13 febbraio 2006.
Il progetto veniva sviluppato in partenariato con il Comune di Frugarolo, l'Automobile Club d'Italia di Alessandria e l'Istituto Cuniolo e prevedeva la realizzazione di un sito attrezzato nel Comune di Frugarolo, comprensivo di una pista di esercitazione per gli studenti, un'area per esercitazione mezzi pesanti e moto, un edificio per attività didattiche. Complessivamente si stimava il costo dell'opera in € 1.075.000 a cui aggiungere € 108.000 per interventi formativi di promozione. Il che faceva raggiungere un totale di € 1.224.000.
La spesa veniva in allora ripartita con € 600.000 di cofinanziamento regionale, € 20.000 di cofinanziamento ACI, Istituto Cuniolo e Comune di Frugarolo, €. 475.000 finanziati con mutui già previsti sul bilancio 2006, € 79.000 sui bilanci 2007-2008, € 50.000 sul bilancio 2006.
Tutto faceva presupporre - non ultime le dichiarazioni rese a stampa dagli Amministratori - che la realizzazione della pista di guida sicura fosse imminente. Ad ulteriore conferma giungeva l'accertamento, in data 15 dicembre 2006, del cofinanziamento regionale in ragione di € 640.000.
Da lì in avanti incominciarono a lievitare i costi: il progetto definitivo approvato dalla Giunta il 18 luglio 2007, prevedeva infatti una spesa di € 1.690.000 (un finanziamento statale ex novo e una diversa ripartizione del carico della spesa all'ente Provincia); il progetto definitivo approvato in via tecnica dalla Giunta provinciale il 27 febbraio 2008 prevedeva un costo complessivo stimato in €. 6.000.000 e divideva in due lotti la realizzazione dell'opera, il cui primo lotto aveva importo pari a € 2.950.000 (ovviamente gli originali piani di finanziamento venivano cancellati e sostituiti con altri - la R.P. si sarebbe dovuta impegnare ora per € 1.290.000, cifra praticamente raddoppiata rispetto agli € 640.000 iniziali).
Intanto veniva affidato in data 21 maggio 2008, impegnato, e successivamente liquidato l'importo di € 108.000, incarico per la progettazione definitiva ed esecutiva delle piste e relativi impianti all'Aci Vallelunga Spa e incidentalmente i sottoscritti chiedono per quale ragione vengano prima emesse le fatture da parte della società ACI Vallelunga spa e poi affidato l'incarico?
La Giunta provinciale in data 12 novembre 2008 approvava il progetto esecutivo del 1° lotto, 1° stralcio per una spesa di € 2.300.000.
Anche il personale interno della direzione trasporti veniva remunerato con il fondo incentivante per un impegno pari a € 2.275,44.
Siamo al 27 gennaio 2010 per un'opera che avrebbe dovuto essere conclusa nel 2008 e la Giunta provinciale approva in via tecnica (cioè senza copertura economica) il progetto esecutivo 1° lotto, 2° stralcio del Centro di Guida sicura con una spesa prevista di € 640.000 nel rispetto della previsione di costi del 1° lotto.
Il 19 maggio 2010 si viene a conoscere, da ulteriore deliberazione della Giunta provinciale che si è concertato con la Regione Piemonte che l'originario progetto 2006 è compatibile con l'evoluzione progettuale successiva. Nessun problema, si direbbe, salvo il fatto che il 13 aprile 2012, con Determina dirigenziale, si restituisce alla Regione Piemonte il contributo di € 640.000, in quanto l'opera non si è completata entro l'anno 2008. La Provincia provvederà a restituire la somma in quattro rate da € 160.000,00.
I sottoscritti chiedono dunque se rimane attiva la volontà dell'amministrazione provinciale di realizzare l'impianto ovvero se è da ritenere definitivamente tramontata l'ipotesi che pur era basata su scopi ed obiettivi di alto pregio sociale.




Il Capogruppo
Piercarlo Fabbio


Cofirmatari i consiglieri provinciali del Gruppo PDL (Maconi, Bonadeo, De Luca, Riboldi, Rossi, Sirchia, Traversa, Visca)





Alessandria, 20 novembre 2012

 

 

 

 

 

Piercarlo Fabbio Sindaco di Alessandria