Dimensione del carattere 

Venerdì 23 agosto 2019

Piercarlo Fabbio Sindaco di Alessandria

   
   

   

Ricerca avanzata

27/12/2005

I progetti della Giunta Scagni
Fi:«Come sempre arrivano tardi»

Intervista a Piercarlo Fabbio di Elena Girani per il Giornale del Piemonte: ICI, raccolta differenziata porta a porta, parcheggi, piano del traffico, grandi distribuzione e treni persi al momento giusto

   

I progetti della Giunta Scagni<br>Fi:«Come sempre arrivano tardi»

Pubblicato da "Il Giornale del Piemonte", martedì 27 dicembre 2005 - pagina 9

 

Elena Girani

da Alessandria

 

Fine dicembre tempo di bilanci. Come sempre in chiaro scuro in politica, a seconda della parte da cui arrivano. A pochi giorni dall'avvio dell'ultimo anno completo dell'amministrazione di centrosinistra marcata Mara Scagni, il Comune si guarda alla specchio, e tira le somme del fatto, in prospettiva a quanto resta da fare. “Le priorità per il 2006 - sottolinea il sindaco – sono moltissime; abbiamo individuato quelle che rispondono ai principali bisogni degli alessandrini e che potranno ridare fiducia nel futuro”. A cominciare dalla soluzione della questione Ponte Cittadella; completamento del ridisegno urbanistico della città; attivazione delle procedure di realizzazione in project financing del parcheggio multipiano di Piazza Garibaldi e apertura del nuovo di via Parma; inizio lavori nella zona di ingresso in città da est (Bormida); apertura della biblioteca; individuazione sede e realizzazione progetto preliminare del museo/pinacoteca.

Per Piercarlo Fabbio, capogruppo Fi, in realtà è tutta una questione di tempo «perso». “L'amministrazione Scagni - commenta - si è presentata in stazione con un ritardo di almeno tre anni e ha preteso di prendere il treno, che, ovviamente, era già passato. Il risultato è che alcune cose non saranno più realizzabili negli stessi modi e forme del 2002; altre potranno essere concretizzate non prima di qualche anno, con la spiacevole sensazione di dover attendere, seduti sui bagagli, che ripassi il treno buono. Il vantato sviluppo sud-est, ad esempio, sulla direttiva Novi-Tortona rischia di rimanere una bella esercitazione amministrativa: la ristrutturazione dell'ex zuccherificio spiega Fabbio - è sottesa al riassetto della viabilità dell'ex statale 10 e la Provincia non terminerà l'intervento di ridefinizione a due corsie per senso di marcia prima della fine del 2006”. Sul fronte grande distribuzione l'ipermercato in zona D5 potrà essere iniziato dopo la definizione della variante strutturale al piano regolatore per la quale sono necessari da 2 a 3 anni, intanto, AL2000, anche se in vantaggio rispetto ad altri, rischia di farsi battere dal nascente centro di Castellazzo.” Dal canto suo il progetto della Cittadella dello sport all'Osterietta, “dopo aver dormito nei cassetti dell'amministrazione, potrebbe essere modificato profondamente per mantenersi redditizio e al passo con i tempi”. Non va meglio con i parcheggi: “via Parma, già deciso dalla giunta precedente, non sarà finito per il 2006 e la città delineata dal Piano urbano del traffico, con una grande isola pedonale centrale, è la sublimazione di una praticabilità impossibile”. Da bocciare, secondo il capogruppo azzurro, anche la scelta di raccolta differenziata rifiuti porta a porta “che senza garantire un reale aumento della qualità della vita condurrà a un aumento dei costi per gli alessandrini”. Altro prodotto di un anno che. sta chiudersi, “in cui anche la piccola riduzione dell'ICI è largamente compensata dall'ingiustificato aumento che la giunta Scagui effettuò nel 2003, senza ascoltare l'opposizione che già allora chiedeva l'alienazione degli immobili come arma per rispondere a una sfavorevole congiuntura delle risorse pubbliche. Decisione cui la giunta è arrivata solo a fine 2005".

 

 

 

 

 

Piercarlo Fabbio Sindaco di Alessandria