Dimensione del carattere 

Martedì 17 luglio 2018

Piercarlo Fabbio Sindaco di Alessandria

   
   

   

Ricerca avanzata

01/07/2018

Governo Frankestein, Italexit e Società delle Nazioni. Povera Europa! 5R

Passa qualche giorno, ma sembrano trascorsi 100 anni. L'Europa delle tribù dovrebbe riconoscere l'Italia come se fosse se stessa, che peraltro non sa più chi sia. Intanto in Italia...

   

Governo Frankestein, Italexit e Società delle Nazioni. Povera Europa! 5R

governo frankestein e società delle nazioni

5 righe… di giornata
 

di Piercarlo Fabbio

 

La più attuale delle discussioni è quella che riguarda il Consiglio Europeo di qualche giorno fa. Chi ha vinto e chi ha perso? E chisse ne frega? Da vertici del genere ognuno esce con il suo pezzo di vittoria: la Merkel per motivi interni, Conte per aver inserito un principio nel documento finale (le coste dell'Italia sono coste dell'Europa), che dichiara una grande solidarietà e una volontaristica consistenza che non porterà, in tempi brevi, a nulla. Peraltro non si comprende come questa soft italexit del governo Frankestein si accoppi con il fatto che, una volta chiesto il riconoscimento di "costa d'Europa a cinque stelle", poi ci si faccia beffe dell'Europa stessa, tentando nascostamente il boicottaggio dell'unità faticosamente raggiunta. Perché quest'Europa, dove anche Macron può dire di avere inserito un suo pezzo di verità riscrivendo nella notte il documento conclusivo, è diversissima e controtendente rispetto a quella pensata un po' utopisticamente da De Gasperi, Adenauer e Schuman o da Altiero Spinelli, per la quale noi avevamo sognato magnifiche sorti e progressive. È un'Europa che ritorna quella delle Nazioni, delle tribù, dei confini che si aprono e si chiudono a bacchetta. È un'Europa che infrange il sogno dell'unità ritirandosi entro i propri perimentri. Oggi sembra più una Società delle Nazioni - sì, proprio quella che volle Wilson nel 1919 - che una nazione che occupi un continente. Sarà felice Trump nel vedere come il cupio dissolvi degli europei faccia al caso suo. E tra gli arnesi di The Donald vi è il governo Frankestein dell'Italia, che va avanti tra continuità e retromarce dal contratto stilato non più tardi di un mesetto fa. Idee nuove poche, dichiarazione confuse, smentite a raffica, posizioni ruffiane a favore delle minoranze a patto di incontrarle personalmente, bollate poi come iniziative personali da non condividere, ma in compenso tanta simpatia e potenziale consenso da parte della gente. Buon per loro, meno bene per l'italietta che guarda caso cerca di rompere diplomaticamente il fronte Francania, senza tener conto che le vittorie della congiuntura (la Merkel aveva oggettivamente bisogno) sono da accreditare al solito vecchio ed inaffondabile Pirro. Una considerazione personalissima in questa sesquipedale baraonda, poi mi taccio: ma gli hotspot non sono di fatto delle carceri? E noi facciamo politiche umanitarie rinchiudendo in strutture di detenzione i migranti? Fin che gli italiani sono "confusi e felici"...

Piercarlo Fabbio

 

(239) Alessandria 1 luglio 2018

 

 

 

 

 

 

Piercarlo Fabbio Sindaco di Alessandria