Dimensione del carattere 

Domenica 8 dicembre 2019

Piercarlo Fabbio Sindaco di Alessandria

   
   

   

Ricerca avanzata

26/07/2015

Giornal.it ritorna on line. Una voce... molto fa

Una testata è un direttore che ci avevano abituati a ragionare di notizie anche utilizzando il codice etico della Dottrina Sociale della Chiesa. Ora la ripresa di un telematico mai schiacciato nel coro.

   

Giornal.it ritorna on line. Una voce... molto fa

Ritorna nell’edicola cibernetica Giornal.it, una testata che sinceramente mi mancava. Da un po’ si era spenta. Ieri si è riaccesa. Oddio, ognuno al suo stile, ognuno la sua politica editoriale, ma Giornal.it e il suo direttore, Efrem Bovo, hanno una caratteristica diversa: spesso e volentieri ci propongono una lettura etica della realtà pescando a piene mani dalla dottrina sociale della Chiesa. È un modo per vedere le cose da un punto di vista diverso. È un omaggio alla complessità, che il giornalismo conosce, ma ti offre a rate con le sue pillole di cronaca, e che molte volte, purtroppo smette di cercare troncando sul nascere belle storie.
Parlandone con il direttore, Giornal.it potrebbe sempre più diventare un contenitore per storie non ‘usa e getta’, oppure un ‘telematico’ di cui si ha bisogno quando, anziché una semplice notizia, si ha necessità di registrare un commento, una riflessione, un approfondimento.
Ora non è compito mio spiegare quali caratteristiche devono avere le testate altrui, ma come lettore preferirei che i prodotti editoriali cibernetici della mia città fossero più differenziati possibile. In internet questo si può fare avendo un bel bagaglio di idee chiare e neppure tanti capitali a disposizione. Quindi penso che Giornal.it, nel mantenere inalterate le sue caratteristiche, non potrà che migliorarle e aggiungersi alle voci alessandrine con lo stesso prestigio di cui già godeva quando ha interrotto le pubblicazioni on line – anche se per breve tempo – magari regalandoci qualche sprazzo di buon giornalismo, come quello con cui ha riaperto: questione rose in città? Dove eravamo rimasti? Ecco, tanto per sottolineare che ogni tanto mi viene in mente che in una città come questa ove si trascinano per anni le stesse cose, non ci vorrebbero quotidiani. Basterebbero dei mensili.
Quindi Giornal.it non si è perso nulla, nel frattempo io penso di aver riacquistato una voce a cui, come lettore, tenevo molto.

Piercarlo Fabbio

 

 

 

 

 

Piercarlo Fabbio Sindaco di Alessandria